NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Coro di Istituto Mani bianche nel Veneto

Accessibilità
atelier

Il Coro “Mani Bianche del Veneto” è un progetto pilota per la regione Veneto che si ispira al programma di educazione speciale del sistema nazionale delle orchestre e dei cori giovanili ideato dal M° J.A. Abreu sul finire degli anni ’70, che mirava a integrare nella società delle persone che venivano considerate marginali: quelle con deficit e i cosiddetti “casi difficili”, ovvero i giovani che avevano già alle spalle storie di violenza e di droghe.

Il coro “Mani bianche” canta con i guanti, bianchi, usa le mani e le braccia per cantare, tracciando movimenti in sincrono. L’espressione delle mani non deve considerarsi inferiore o surrogata rispetto a quella vocale: se esiste una vera e propria lingua dei segni, allora esiste anche un canto dei segni.

“…imparano la musica con il cuore e, se non hanno la voce, la cantano con le mani, le loro piccole mani avvolte dai guanti bianchi. Esprimono ritmicamente qualsiasi pezzo musicale tracciando poetiche geografie, insegnano il ritmo delle vibrazioni. Il loro canto dei segni è gioia e cura, è il diritto ad esprimersi, è possibilità di partecipare alla vita degli altri.” (José Antonio Abreu)

Il coro “Mani bianche del Veneto” è il primo e unico coro del Veneto che lavora con la tecnica del Manos Blancas Venezuelano. Ha la finalità di offrire, dalla scuola primaria alla scuola secondaria, un ambiente di vera integrazione per i bambini.

Si tratta di un coro integrato di bambini e adolescenti normodotati e bambini e ragazzi con varie disabilità (di udito, di linguaggio, di apprendimento, di  movimento) che interpretano la musica attraverso la voce e la gestualità, cantando con le mani calzate da guantini bianchi, coreografando la Lingua dei Segni (LIS) con una espressività musicale.

Il coro “Mani Bianche del Veneto” lavora in due aree contemporaneamente:

-        quella gestuale, che interpreterà il canto o la musica con delle coreografie di mani usando in modo musicale il linguaggio Lis;

-        quella vocale, formata da bambini e ragazzi in grado di usare la voce in modo musicale, con e senza  deficit.

La formazione di queste due aree permetterà ai ragazzi, con o senza disabilità, di interagire tra loro e condividere gli stessi obiettivi.

Tutti i bambini useranno dei guanti bianchi per segnare la musica che cantano.

Il coro ha come finalità principale quella di abbattere le barriere imposte dal disagio, rendendo la musica accessibile a tutti, a ciascuno secondo le proprie specificità; vuole inoltre favorire l’integrazione attraverso lo sviluppo di una comunicazione alternativa e condivisa ed educare all’attenzione e all’ascolto, al controllo delle proprie emozioni e della propria gestualità.

Il coro è aperto indistintamente a bambini e ragazzi normodotati e con difficoltà di espressione attraverso la parola e il movimento. Nasce all’interno dell’Istituto Comprensivo di Vedelago (TV), come ampliamento dell’offerta formativa della scuola.

Il progetto “Mani Bianche” è nato grazie all’Associazione “Sei per la Musica” di Castelfranco Veneto che ha sostenuto l’attività iniziale del progetto quando non era ancora all’interno dell’Istituto Comprensivo di Vedelago

Il Coro è coordinato e diretto dalla docente Chiara Cattapan, insegnante a tempo indeterminato della scuola primaria di Vedelago, diplomata in violino al Conservatorio di Musica “A.Steffani” di Castelfranco Veneto, specializzata con diploma quadriennale in Didattica della Musica e formazione  Orff-Schlwerk.

Per visionare e scaricare materiale inerente al progetto clicca sul seguente link

clicca qui per visualizzare i materiali 

 

 

Go to top